Il Trono di Spade 7×03 – Le Pagelle

Il Trono di Spade 7x03 - Le Pagelle
Il Trono di Spade 7x03 - Le Pagelle

Jon è arrivato a Roccia del Drago, e ci ha messo meno tempo di quanto ce ne ha messo Missandei per presentargli Daenerys Targaryen: “Questa è Daenerys nata dalla tempesta della casa Targaryen bla bla bla, Regina degli Andali bla bla bla…”. Jon: “aspetta ho lasciato una cosa a Grande Inverno, vado a prenderla e torno”. “…la non bruciata, Khaleesi del grande mare d’erba bla bla bla…” Jon: “eccomi, che mi sono perso?”. “…e madre dei draghi”. Davos dal canto suo “Questo è Jon Snow” e basta? neanche il tempo di un caffè? “ah, mi son scordato di dirti che è il Re del Nord”
Davos voto 5 – una cosa dovevi fare!

Un’altra cosa che non ho capito è appena arrivati sulla spiaggia, ciao bastardo ciao nano, poi il nostro eroe Davos tenta un improbabile approccio a Missandei “Sciao bela, buongiornissimo, ti posso conoscere?” Missandei non se lo caga di striscio e lui si rivolge Jon “questo posto è cambiato” ma che significa? Che adesso c’è più figa?
Finalmente l’incontro tanto atteso, che alla fine si rivela un po’ deludente. Il ghiaccio e il fuoco si incontrano, e da qui la conferma che Jon e Daenerys sono i protagonisti principali del romanzo di Martin “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco” appunto, e bisticciano, tutto qui.

La Regina si scusa con Jon per le azioni del padre, che gli ha bruciato il nonno. Padre che però era anche lo zio di Jon. Insomma sembra un po’ Beautiful. Comunque Jon non si inginocchia. La scena è più o meno così: “inginocchiati, sono l’ultima dei Targaryen” “ma chitteconosce?”. Jon sta per essere dato in pasto ad un drago a caso e gli viene in mente il motivo per il quale ha viaggiato fino a Roccia del Drago: “guarda che il nemico non so io, sono i non-morti” “si, che mi hai preso per una cretina?” “ma come, hai tre draghi non puoi credere ai morti che camminano?” “ah, scs!”. Comunque con la solita mediazione di Tyrion, Daenerys non brucia Jon e gli concede di estrarre il vetro di drago. Nel discorso che fanno Jon e Dany in privato, Jon le dice “non mi piace uccidere” toh, una volta il compianto Ser Barristan le disse la stessa cosa di suo fratello Rhaegar “non gli è mai piaciuto uccidere, gli piaceva cantare”.
Daenerys voto 7 – per le scuse.

Euron porta i suoi doni a Cersei manco fosse natale. Entra trionfante ad Approdo del Re e consegna alla Regina – un’altra – l’assassina della figlia. “Me la dai?” “ma guarda che io sono una ragazza seria, te la darò quando avremo vinto la guerra”. Euron va da Jamie “a tu sorella je piace farlo strano?” “aspetta non mi ricordo, ti faccio sapere più tardi”. Carica di emozione la scena successiva quando Cersie uccide la serpe rimasta – Tyene credo – con un bacio, così come Ellaria fece con Myrcella e condanna la madre a guardarla marcire.
Cersei voto 7 – per la poesia, voto 5 – perché minimo mi aspettavo una punizione come quella inflitta a Septa Unella.

Sansa è insidiata da Ditocorto – come sempre – ma a sto giro a Baelish gli è presa a male “devi vedere tutto, avanti, dietro. Le battaglie sono tutte nella tua testa. Amico di tutti, nemico di tutti” “a Ditocò, ma che stai a dì?” ma la fattanza di Ditocorto non fa in tempo a passare che Lady Sansa è richiesta ai cancelli di Grande Inverno che c’è uno allegro che la vuole incontrare. Bran, macheccazzo, capisco che vedi ieri, oggi e domani e non ci sta un cazzo da ridere, ma un’emozione. Una!
Bran voto 5 – per la gioia di rivedere la sorella.

Sansa invece è felice di rivedere il fratello “Bran sei il Lord di Grande Invero, vaffanculo una volta che il bastardo se ne è andato e potevo fa la Regina pure io” “non posso sono il corvo con tre occhi, vedo tutto ieri, oggi…” “Bran, ma che hai fumato insieme a Ditocorto? Ma dove la comprate sta roba?” “no, ti ho vista mentre ti stupravano, eri bellissima” “Bran, smettila di passare il tempo con Ditocorto”.
Comunque “sono il corvo con tre occhi” è troppo difficile da spiegare. Ma davvero? Ma ci voleva così tanto a dire: ho un potere, c’era uno con il mio stesso potere ma mentre mi insegnava ad usarlo è morto? Voto 4

Alla Cittadella Jorah è guarito, l’arcimaestro: “Sei guarito!” ma no, ieri aveva le croste oggi niente, ma da che te sei accorto? “come hai fatto?” “boh, sono andato a dormire e mi sono svegliato fresco e riposato”. Emozionante il saluto tra lui e Sam. Magari lo voleva abbracciare, poi ha pensato sono mesi che non tocco nessuno, devo abbracciare a questo, e quindi si limitano ad una stretta di mano, virile ma commossa.
Sam – voto 7

Verme Grigio arriva a Castel Granito seguendo la strategia del Folletto che lo fa passare da un passaggio segretissimo e ci trova due soldati. No, non a guardia del passaggio, a Castel Granito proprio. La battaglia dura trenta secondi. E lui pensa solo che a casa c’è Missandei che lo aspetta e che magari si poteva pure risparmiare il viaggio. Il grosso dell’esercito Lannister guidato da Jamie è diretto ad Alto Giardino. Altra battaglia che per il budget speso tutto nello scorso episodio per l’assalto di Euron, non si vede, e Jamie cammina tra i cadaveri dei Tyrell con in sottofondo la Canzone The Rains of Castamere. La canzone, che in più di un’occasione in passato abbiamo ascoltato, racconta la fine della ribellione di Casa Reyne e di come Tytos e Tywin Lannister abbiano messo fine a quella Casata sterminandoli tutti. Ora anche tutti i Tyrell sono morti e Lady Olenna, l’ultima rimasta, accoglie Jamie con una frase della stessa canzone “ed ora le piogge piangono nelle nostre stanze”
Verme Grigio – voto 8

Olenna prima di bere il veleno offertole da Jamie – che se per Myrcella poteva sapere le cose come erano andate, come faceva a sapere pure di Joffrey se la vecchia ancora deve confessare di averlo avvelenato lei? – comunque prima di morire la vecchia gli da sta tramava: “vaglielo a dì a quella stronza che so stata io ad avvelenà a tuo figlio” zan zan. Che non è tanto che Joffrey è morto, ma che adesso Jamie sa che non è stato Tyrion, e ora come minimo deve tornare ad Approdo del Re e quella mano d’oro a Cersei gliela deve infilare tutta, eh, ah dite che già prima quando sono andati a letto…comunque se insieme alla mano, lo Sterminatore di Re non ha perso pure le palle due parole alla sorella/moglie/madre dei suoi figli gliele dovrà dire.