Games Week Milano 2016, il nostro racconto

Il nostro racconto tra videogame e cosplayer della Games Week Milano 2016 che si è svolta in Fieramilanocity.

Ci sono giorni che vengono attesi con religiosa pazienza da un vero nerd, tre in particolare, sono sicuramente quelli della Games Week di Milano, quest’anno anticipata dal 14 al 16 ottobre, rispetto alle solite date che vanno dal 27 al 29.
Durante la fiera, che ovviamente era più popolata degli anni precedenti, abbiamo avuto la fortuna di provare diversi titoli e vedere tantissimi cosplayer.

Per tutto ciò che riguarda l’ambito gaming, non ci si può davvero lamentare: altissima la qualità dei titoli giocabili in loco e apprezzabile la possibilità di provare delle vere e proprie macchine da hardcore gaming.

Gli stand più interessanti sono stati sicuramente quelli di Koch Media, Ubisoft ed ovviamente Asus. La Koch Media, ha portato tantissimi titoli da provare e tanti contenuti extra, tra cui: Warhammer 40,000, Final Fantasy XV, Dishonored 2 e Dragon Quest Builders, da notare anche una notevole gentilezza da parte dello staff, sempre pronto a illustrare le varie features dei loro giochi.

Anche Ubisoft ha portato moltissimi titoli, anche se la nostra attenzione si è principalmente focalizzata su For Honor, gioco di battaglie, che vede affrontarsi in scontri all’ultimo sangue: samurai, vichinghi e cavalieri. Lo abbiamo provato e possiamo garantirvi, che il coinvolgimento è impressionante.

Infine allo stand Asus, che ci ha fatto provare fortissima invidia nei confronti dei possessori degli ormai famosi e potenti ROG Laptops e ROG Desktops computer per veri pro-gamer. Abbiamo avuto l’occasione di poter partecipare ad una partita commentata dal Merlo, un famoso eSports caster, che ha reso questa esperienza molto divertente.

Due menzioni speciali vanno allo stand di Call of Duty: Infinite Warfare che ci ha veramente impressionato e allo stand Playstation che ha dato la possibilità di provare il loro nuovissimo Playstation VR.

Durante la Milano Games Week abbiamo potuto ammirare tantissimi cosplayer, che interpretavano una variegata gamma di personaggi dei giochi e dei fumetti, l’unica nota stonata era il numero elevato di “Harley Queen” tanto di moda di recente. Il momento più magico comunque è stato l’incontro con Giada Robin, che concedeva selfie ai suoi fan, e noi che siamo suoi fan, non abbiamo perso l’occasione!

Infine nella parte adibita agli youtuber, in cui ci siamo addentrati poco a causa della fiumana di gente, abbiamo potuto intravedere solo Blur e xMurry. Peccato, avremmo voluto tirare anche noi una brioche al cioccolato a CiccioGamer89 e continuare la tradizione.

Milan Games Week 2016 non delude le aspettative, regalando anche quest’anno a tutti i gamer un evento davvero degno di nota. Credo proprio che ci rivedremo l’anno prossimo alla Milan Gamesweek 2017.