Dishonored 2 – Recensione

Con Dishonored 2 rivivi una grande avventura, nei panni di un assassino soprannaturale.

Dishonored 2, pubblicato da Bethesda e sviluppato da Arkane Studios è uno di quei titoli che ridà significato alla parola videogame, fin troppo spesso usata impropriamente per definire titoli indecenti. Potrebbe sembrare un’esagerazione, ma non lo è. Con Dishonored 2 è stato fatto un notevole passo avanti per quello che concerne i videogiochi “stealth game”. Ma andiamo con ordine ed analizziamo il titolo sotto tutti i suoi aspetti.

Nonostante la sua semplicità, la storia risulterà coinvolgente ed interessante da seguire in tutte le sue sfaccettature, sia per quello che riguarda i dialoghi tra personaggi, sia per le lettere che potremo trovare per strada. Essa inizia quindici anni dopo gli avvenimenti del primo capitolo e ci porta alla riconquista del nostro trono, dopo che ci è stato sottratto durante una cerimonia dal Duca con l’aiuto di una strega chiamata Delilah.

Dishonored 2 - Recensione
Dishonored 2 – Recensione

Grazie al suo gameplay divertente e immersivo Dishonored 2 garantirà un’esperienza di gioco unica nel suo genere, ciò è possibile sia grazie ai diversi metodi di approccio, sia alla vasta gamma di poteri ed armi che il nostro personaggio potrà sfruttare per affrontare le situazioni più difficili. Un altro aspetto interessante di Dishonored 2 è il livello di difficoltà, che anche se impostata in modalità “facile” proporrà comunque una sfida interessante ai giocatori.


Sin dai primi minuti di gioco, si potrà notare come in Dishonored 2 le scelte del giocatore influenzeranno il gameplay, a cominciare dalla scelta del personaggio, in quanto prima di tutto dovremo decidere se vorremo giocare nei panni di Emily Kaldwin o di Corvo Attano. Anche il finale si baserà sulle scelte, esplicite e implicite, come il numero di nemici uccisi durante la nostra vendetta e che approccio decideremo di avere, tant’è che alla fine di ogni livello avremo una schermata che ci darà un’idea di come abbiamo svolto la missione.

Dal punto di vista grafico, i designer di Arkane Studios in Dishonored 2 hanno fatto un lavoro ineccepibile, riproponendo lo stile iper realistico ricco di dettagli che strizza l’occhio al fumetto tipico di Dishonored. Va messo l’accento sulla cura estrema del look dei personaggi, tutti stupendamente vestiti con uno stile vittoriano che attinge e trae ispirazione anche dal noto brand inglese Burberry.

Dishonored 2 - Recensione
Dishonored 2 – Recensione

Sapientemente curate pure le ambientazioni in stile dieselpunk, come la città di Karnaca,  molto caratteristica, mescola abilmente diversi stili architettonici, scelta sensata dato che si tratta di una città marittima. Anche i modelli degli oggetti e dei nemici sono ben studiati e calibrati senza nessun tipo di esagerazione.

Anche il comparto audio è ben studiato, in modalità stealth sentiremo solo ciò che è utile al proseguimento del gioco, come ad esempio passi e voci dei nemici. La colonna sonora è ben regolate e mai invasiva.

Concludendo, ogni giocatore ed appassionato di stealth game dovrebbe avere nel suo scaffale una copia di Dishonored 2. Rimane solo un dilemma, chi sceglierete per affrontare la prima run?

Il nostro gameplay di Dishonored 2

Sviluppatore: Arkane Studios
Pubblicazione: Bethesda Softworks
Lingua: Italiano
Genere: Stealth, Azione, Avventura
Piattaforma: PlayStation 4, Xbox One, PC
Uscita: 11 novembre 2016