Deadpool – Recensione

Deadpool recensione
Deadpool recensione

Deadpool: la recensione dell’esilarante e politicamente scorretto cinecomic targato Marvel.

Dopo l’insipido “X-Men – Giorni di un futuro passato” e il potenziale dei nuovi “Fantastici 4” buttato via con un film sconclusionato, finalmente la Fox con Deadpool ne azzecca una e sforna un cinecomic con gli attributi… o forse no?

Deapool è stato realizzato con soli 58 milioni di dollari, ne ha incassati in tutto il mondo ben 760, stabilendo un record assoluto, per un cinecomic vietato ai minori.

La sua gestazione di più dieci anni gli ha fatto guadagnare l’appellativo di “film che Hollywood non voleva fare”, passato dalle mani di nomi come David S. Goyer e Robert Rodriguez tra il 2000 e il 2010. Nel 2011 arrivò infine al semi sconosciuto Tim Miller.

Sconosciuto al grande pubblico, ma famoso nel giro della post-produzione per essere uno dei fondatori e uomini chiave del Blur Studios, laboratorio responsabile tra le altre cose della realizzazione delle meravigliose cinematiche di apertura in CGI di tutta la serie Arkham dei videogiochi di Batman.

Ed è proprio grazie ad una cinematica di prova finita illegalmente sul web nel 2014 che finalmente il progetto Deadpool si sblocca. Il video “rubato” realizza in pochi giorni milioni di visualizzazioni, raccogliendo approvazione ed elogi da parte del pubblico di tutto il mondo, convincendo la Fox a rilasciare il video in via ufficiale ed ad annunciare l’uscita del film nel 2016.

Deadpool è un personaggio dell’universo Marvel, nato dalla mente di Fabian Nicieza e dalla matita di Rob Liefeld nel 1991, il nostro eroe è dotato di un potere rigenerante che lo rende praticamente invulnerabile, come il più famoso Wolverine, ma a differenza di questo, ha due caratteristiche che lo rendono unico nel suo genere, oltre ad essere soprannominato il Mercenario chiaccherone per la sua irriverente ed incessante parlantina, ha anche la capacità di sfondare la cosiddetta “quarta parete” che gli permette di rivolgersi direttamente al lettore/pubblico e coinvolgere quest’ultimo direttamente nell’azione.

Il film parte dalle origini del personaggio e ci racconta le vicende di un disadattato ex membro delle forze speciali Wade Willson (Rayan Rynolds) che per amore della sua Vanessa (Morena Baccarin) e a causa di un cancro incurabile, decide di sottoporsi ad un esperimento clandestino che gli permetterà la guarigione completa. Effettivamente il nostro eroe guarirà, ma non senza qualche effetto collaterale, oltre ad essere diventato immortale, il suo volto e il suo corpo sono stati orrendamente sfigurati dal procedimento.

Una volta distrutto il laboratorio dei “cattivi”, Deadpool dovrà da una parte inseguire l’unico uomo in grado di restituirgli il suo aspetto originale e dall’altro proteggere in segreto la sua amata senza poterle rivelare la sua vera identità, per timore di essere allontanato.

Raccontato così il film sembrerebbe tremendamente banale, ma la storia e talmente pervasa di autoironia e citazioni cinematografiche, da far passare l’estrema linearità della trama in secondo piano. Il film è divertente pieno di azione, ti fa ridere e sorridere dall’inizio alla fine, purtroppo dopo una prima ora spumeggiante, dove veramente hai l’impressione di assistere a qualcosa di nuovo ed originale, il film diventa ridondante per tutta una serie di motivi.

Stupisce il fatto che la scena di apertura, è di una qualità infinitamente superiore, sotto ogni punto di vista, a quella di chiusura del film (evidenti problemi di budget dovuti anche al target più adulto probabilmente) Il personaggio principale e la sua ironia tengono in piedi tutto, ma comprimari e antagonisti sono di una povertà abissale, per non parlare della trama che praticamente è un dettaglio per giustificare una sequenza infinita di ester-egg, bellissimi, ma che dopo un po’ annoiano.

Se volete vedere un cinecomic ironico che è anche una parodia riuscita del genere, se vi piacciono i film action e i combattimenti elaborati e se amate il personaggio di Deadpool (e qui troverete una trasposizione riuscitissima), questo è il vostro film.

Diciamo solo che a quasi quarant’anni suonati, sono stufo di vedere timidi vagiti di un cinema fantasy che vorrebbe essere per adulti, ma punta tutto solo ed esclusivamente su “operazioni nostalgia” quando, 30 anni fa si vedevano capolavori del calibro di Grosso guaio a Chinatown, che sicuramente non aveva bisogno di riesumare gli Wham, per essere divertente. Siamo al punto che se sentiamo due parolacce e qualche battuta a sfondo sessuale, gridiamo alla rivoluzione del genere. Forse, perché ci stanno abituando male?

Titolo: Deadpool
Titolo originale
Deadpool
RegiaTim Miller
AttoriRyan ReynoldsMorena BaccarinEd SkreinT. J. Miller, Gina Carano, Brianna Hildebrand, Andre Tricoteux, Leslie Uggams, Jed Rees, Karan Soni, Style Dayne, Kyle Cassie, Isaac C. Singleton Jr.
Genere: azione, commedia, avventura,fantascienza
Durata: 108 Min
Paese: Usa
Anno: 2016

RASSEGNA PANORAMICA
Giudizio
Condividi
Alessandro Tagliabue
Designer e tecnico di post produzione cine--televisiva, appassionato di cinema, videogame e fumetti da quando ho memoria, ho anche una gran passione per la musica metal e punk hard core!