Dead Tube – Recensione

Dead Tube - Recensione
Dead Tube - Recensione

J-POP pubblica uno snuff manga per colorare di rosso le vostre vacanze. La recensione di Dead Tube.

Dal 19 luglio è disponibile il numero 1 di Dead Tube, manga horror pubblicato da Edizioni BD per la collana J-POP. Degna di nota la confezione speciale dedicata alla prima uscita, una “body bag” nera, praticamente un sacco da morto in cui è avvolto il manga, solo un piccolo spiraglio trasparente sul retro per leggere la sinossi. Lugubre, ma allo stesso tempo una trovata vincente.

Dead Tube è un manga scritto da Mikoto Yamaguchi e disegnato da Touta Kitakawa, che esplora la cattiveria e la perversione umana tramite un terrificante gioco che si svolge in una video-community, dove conta solo il numero di visualizzazioni e non come esse vengano ottenute. 

Siamo al liceo, Tomohiro Machiya è un membro del club di cinema e Mai Mashiro, membro della squadra di nuoto e idolo della scuola, gli chiede di essere ripresa per due giorni ininterrottamente, qualunque cosa succeda. Il problema è che qualcosa succederà e sarà qualcosa di terribile ed eccitante allo stesso tempo.

La trama di Dead Tube ricorda molto le creepypasta (tanto amate sul web), i mini racconti horror che tutt’ora suscitano curiosità in coloro che vogliono esplorare il lato oscuro della paura. Ma non solo, Dead Tube potrebbe benissimo essere un’ ottima sceneggiatura per un teen movie in chiave horror. Una storia composta da una forte dose di erotismo fatto di prosperose collegiali ammiccanti e una morbosa curiosità verso il proibito gusto di uccidere.

Il tema degli snuff movie è alla base di Dead Tube, tanto da essere ormai stato denominato da molti uno snuff manga. Ci troviamo di fronte a una graphic novel che vuole esplorare l’insana curiosità per la morte. I disegni sono di buon livello, e i personaggi femminili ben curati e attraenti. Non mancheranno momenti veramente hot con prove costume mozzafiato e topless straripanti. Dead Tube si legge molto velocemente anche grazie ad una sceneggiatura asciutta e dinamica. Il colpo di scena finale aprirà scenari inquietanti per il proseguimento della saga, doveroso l’acquisto del volume successivo dato che ci troviamo di fronte solo all’antipasto di un inquietante banchetto di orrori.

Acquista Dead tube n°1 (Bodybag variant limited)

Dead Tube - anteprima
Dead Tube – anteprima
RASSEGNA PANORAMICA
Giudizio
Condividi
Il Gonz
Art Director, appassionato di SEO e social media. Fondatore di Nonapritequestoblog.it, Nerdgazmo e co-fondatore di Bauscia.it. Amo l'Inter, i film horror, i fumetti, i videogiochi e mi diletto a scribacchiare sui miei blog.