Batman v Superman – Recensione

Batman v Superman recensione
Batman v Superman recensione

In Batman v Superman, vedremo la spettacolarizzazione per uno scontro epico, che sarà la premessa di una nuova alba per gli eroi della DC.

Il titolo più giusto per questo film sarebbe dovuto essere “Man of steel II + Batman featuring Wonder Woman“. Contrariamente alle aspettative di molti (non le mie) ci troviamo di fronte al seguito naturale de L’Uomo d’acciaio del 2013, sempre per la regia di Zack Snyder.
Quindi, possiamo affermare fin da subito, che la “modifica” al titolo in “Batman v Superman“, è un “trick” commerciale per tentare di non associare questo film a L’uomo d’acciaio (2013), che a molti non era piaciuto per nulla, film su cui, anche io ho molte riserve, ma squisitamente di carattere narrativo e formale.
Questo cambio di titolo però, è una scelta alquanto bizzarra, perché il film invece, non fa minimamente un passo indietro rispetto al suo predecessore, anzi direi, che fottendosene altamente delle critiche negative, sia la Warner che Snyder schiacciano il piede sull’acceleratore e vanno dritti per la loro strada nella creazione di un universo DC sempre più personale e divergente rispetto a quello cartaceo, cosa che solitamente, ottiene solo l’effetto di far incazzare i nerd più conservatori. Soggetti incapaci di abbandonare le emozioni di quando avevano 12 anni (gli stessi che hanno ucciso nella culla, l’universo di Amazing Spiderman, per intenderci).

Batman-v-Superman--Dawn-of-Justice3Quindi, l’avvertimento, è che se non avete apprezzato Man of Steel, sotto nessun punto di vista, c’è la forte possibilità, che questo film vi faccia cagare, quindi, evitatelo. Ma, se lo avete anche solo trovato godibile e di trasposizioni fumettistiche “iper-fedeli” non vi fotte nulla, volate alla velocità della luce al Cinema. Batman v Superman: Dawn of Justice dal punto di vista dell’intrattenimento puro (a parte la notevole durata), ha fatto centro!

Come cinecomic puro, ha l’enorme difetto di non avere un tema chiaro, se non una sorta di rivisitazione del “mito di prometeo“, ma la mancanza del “tema” è la piaga che sembra colpire sempre più spesso anche le produzioni Marvel. La dinamica che si ripete sempre, è quella di introdurre semplicemente i personaggi con conseguenze sulla trama abbastanza scontate.

Tutto male dunque? No, affatto, perché a parer mio, i personaggi e la loro rivisitazione in chiave ultra-Dark, al limite del cinismo estremo, sono molto interessanti e molto DC style. Infatti ci troviamo di fronte a personaggi che tutti conosciamo bene, ma con profili psicologici del tutto nuovi e poco esplorati. Provate ad immaginare uno scenario dove un agricoltore kriptoniano con i super poteri, si trovi a dover fare i conti con il Superman “idealizzato” e con la gente comune che stenta a comprenderlo, dove Batman, è un paranoico violento tormentato dagli incubi e Wonder Woman un egoista borghese, delusa dall’umanità, in perenne fuga, un mondo dove solo l’intreccio della storia riporterà l’immagine dei nostri eroi ad essere più aderente a quella con cui siamo cresciuti fino ad ora.

Se questi presupposti stimolano il nerd che è in voi, il film non vi deluderà, al contrario se l’immagine di un Superman limitato o di un Batman cinico, vi disturba non lo apprezzerete.

Archiviati gli spettatori casual e i nerdoni  intransigenti, veniamo alle note dolenti. Se vi considerate esperti della settima arte e date peso alla cura della narrazione e al linguaggio cinematografico, questo film lo valuterete un mezzo disastro.

A parer mio, l’enorme quantità di informazioni che il film doveva veicolare per impostare l’universo DC, che vedremo nei prossimi mesi/anni, ne ha indebolito fortemente il risultato. Molti collegamenti fra i vari eventi sono raccontati troppo velocemente e con poche informazioni, rendendo il tutto poco comprensibile allo spettatore, penalizzato anche dal fatto che se la chiave di lettura dello scontro principale fra i protagonisti, è affidata a pezzi di storia raccontati un ora prima nella pellicola, è facile perdere il filo della narrazione e chiedersi: “Che cosa diavolo sta accadendo?”.

È quindi inaccettabile, che un film che ha richiesto tre anni di produzione e 250 milioni di investimento, abbia un montaggio tanto confusionario e presenti addirittura l’assenza dei piani d’ascolto in alcune scene madre. Questi strafalcioni, rischiano di rendere quello che poteva essere un buono del film, una clamorosa farsa.

Una nota di demerito va anche agli effetti speciali, completamente al di sotto delle aspettative (se non scadenti) per un film del genere. Nonostante tutto, il voto al film supera abbondantemente la sufficienza, anche grazie alla meravigliosa colonna sonora.

Batman v Superman: Dawn of Justice

Titolo: Batman v Superman: Dawn of Justice
Titolo originale
Batman v Superman: Dawn of Justice
RegiaZack Snyder
AttoriBen Affleck, Henry Cavill, Amy Adams, Diane Lane, Laurence Fishburne, Gal Gadot, Jesse Eisenberg, Jeremy Irons, Holly
Genere: Azione , Avventura , Fantascienza
Durata: 151 Min
Paese: Usa
Anno: 2016

Batman v Superman: Dawn of Justice – Trailer ufficiale italiano